Inizio pagina Salta ai contenuti

Consorzio Bim Piave

Comuni della Provincia di Belluno


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Settembre  2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
             

News

Errore caricamento immagine.

Consorzio Bim in prima linea sulla digitalizzazione della pubblica amministrazione


Pronti ad accogliere la sfida dei nuovi investimenti locali del Governo su banda ultra larga e non solo

Belluno.  Il Consorzio dei comuni Bim Piave di Belluno in prima linea sul tema della digitalizzazione della pubblica amministrazione in vista dei prossimi investimenti del Governo con circa 33 milioni previsti per la provincia di Belluno per potenziare la connettività a banda larga e ultra larga. Il Consorzio ha presentato i risultati raggiunti in questo settore ad un incontro svoltosi nei giorni scorsi in Provincia, nel quale sono intervenuti l’onorevole Roger De Menech e l’onorevole Paolo Coppola, presidente del Tavolo permanente per l'innovazione e l'agenda digitale italiana presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Alla riunione erano presenti il senatore Giovanni Piccoli, diversi sindaci e rappresentanti degli enti locali e il vicepresidente della Provincia Roberto Padrin, che ha portato il saluto dell’Amministrazione.
«Siamo pronti ad accogliere le nuove sfide – spiega il presidente del Consorzio Umberto Soccal - perché è importante essere presenti in questo processo partecipativo a favore del territorio. Abbiamo infatti la fortuna di aver investito molto in questi anni, grazie alla lungimiranza dei miei predecessori, in particolare l'ex presidente Giovanni Piccoli. La rete è una necessità primaria nelle zone di montagna per enti locali e imprese e per questo è stata creato un sistema che è un centro servizi per il territorio, con un avanzato data center che offre servizi agli enti locali bellunesi e non solo. Possiamo citare il sistema informativo territoriale, la messa a disposizione da remoto degli applicativi gestionali, il supporto per l’uso del portale unico per tutti i siti dei nostri enti pubblici locali (My Portal), la partecipazione ad una serie di progetti a livello nazionale e europeo come Smart City, Foodie (sistematizzazione dei dati sull'agricoltura per i prodotti locali) e Alp Energy (strumenti innovativi per il risparmio energetico). Per il futuro l'obiettivo è di avere un data center unico per tutti i comuni, un'anagrafe centralizzata con la carta di identità elettronica e collegarci alle nuove proposte del Governo sullo Spid (sistema pubblico di identità digitale), tutte linee guida che il Governo ha inserito nel progetto “Italia Login” e che non ci trovano impreparati, anzi.».
Strumento fondamentale per questi processi messo in campo grazie alle risorse del Consorzio è la Sit (Società informatica territoriale), società a totale capitale pubblico che da anni si impegna a favore dei processi degli enti locali bellunesi e non solo. «Offriamo i nostri servizi non solo ai Comuni facenti parte del Consorzio Bim Piave della provincia di Belluno – ha detto il presidente Sit Antonio Barattin - ma anche quelli di Treviso e Venezia, raggiungendo ben 105 comuni per un'area di circa 540mila abitanti. Questo servizio è ad interesse degli enti locali, soprattutto dei piccoli comuni nell'ottica dell'ottimizzazione digitale. Abbiamo realizzato una mappatura a strati di tutto il territorio, contenente dati preziosi di ogni genere (catasto, protezione civile, reti idriche e del gas, pubbliche illuminazioni ecc...) a completa disposizione degli enti locali e utilizzati anche da centinaia di professionisti. Noi siamo quindi sempre a disposizione per accogliere i processi innovativi, per migliorarci ancora».
Alla fine il deputato Coppola ha espresso la sua soddisfazione per la qualità dei servizi già in essere nel territorio: «In questa provincia ho visto livelli di innovazione migliori rispetto alla maggior parte dei territori che ho visitato – ha commentato».


Data ultimo aggiornamento: 18/03/2016
Via Masi Simonetti, 20 - 32100 Belluno
Codice Fiscale: 80000330250
segreteria@consorziobimpiave.bl.it PEC: segreteria@cert.consorziobimpiave.it