Inizio pagina Salta ai contenuti

Consorzio Bim Piave

Comuni della Provincia di Belluno


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Settembre  2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
             

News

Errore caricamento immagine.

BANDA LARGA

Nuove opportunità per la Pubblica Amministrazione e le imprese bellunesi


Sotto l’egida del Consorzio BIM Piave, Comune di Belluno e associazioni imprenditoriali hanno incontrato Asco Tlc


Si è svolto nei giorni scorsi presso la sede del Consorzio dei Comuni BIM Piave di Belluno un importante incontro tra i rappresentanti dell’Ente che raggruppa la quasi totalità dei Comuni bellunesi, il Sindaco di Belluno, i rappresentanti di Appia, Confartigianato, Confcommercio e Confindustria ed i rappresentanti di Asco Tlc, società del Gruppo AscoHolding che si occupa di telecomunicazioni.

L’opportunità di incontrare Asco Tlc nasce dalla pluriennale proficua collaborazione tra il Consorzio BIM Piave di Belluno ed il Consorzio BIM Piave di Treviso, i cui Comuni consorziati costituiscono il nucleo storico della holding del Gruppo AscoHolding. La collaborazione negli ultimi anni ha riguardato in particolare il tema dei sistemi informativi e dei servizi informatici per i Comuni.

Nel corso dell’incontro, la società di telecomunicazioni trevigiana ha presentato i suoi progetti di sviluppo di infrastrutture in fibra ottica nella città di Belluno a beneficio delle Pubbliche Amministrazioni, con particolare riguardo all’Ospedale San Martino (per la connessione del quale Asco Tlc si è aggiudicata la relativa gara pubblica), alle scuole ed alle strutture comunali. Sono state inoltre illustrate le opportunità per le imprese locali, che potranno fruire di connettività ad alte prestazioni a fronte di costi assai competitivi.

“Nel solco della collaborazione tra i Comuni bellunesi e quelli trevigiani – ha dichiarato il Presidente del Consorzio BIM Piave di Belluno Umberto Soccal – abbiamo voluto, da un lato, valutare la possibilità di offrire alle pubbliche amministrazioni connessioni veloci per far fronte alle sempre nuove esigenze operative. Dall’altro, abbiamo ritenuto di far incontrare i rappresentanti delle imprese bellunesi con Asco Tlc affinché possano cogliere l’opportunità di conoscere e valutare una nuova offerta di connettività in fibra ottica. Il nostro Consorzio è stato negli ultimi anni il coordinatore delle varie iniziative territoriali in provincia di Belluno volte alla diffusione della connettività a banda larga ed al superamento del digital divide, raccogliendo le esigenze di cittadini, amministrazioni locali ed imprese per portarle all’attenzione del Governo, della Regione e degli operatori al fine di indirizzarne proficuamente gli investimenti. I risultati di questo lavoro cominciano ora ad essere tangibili, dopo che nel corso del 2015 sono stati stesi diversi chilometri di fibra ottica ed è stata ampliata in maniera sostanziale l’offerta di connettività in tutto il territorio provinciale. Abbiamo inoltre realizzato e gestiamo una rete a banda larga dedicata che collega gli Enti locali bellunesi al nostro data center, ove risiedono database, sistemi informativi e software applicativi utilizzati dagli uffici comunali. In questo senso, considerato che nel quadro della collaborazione tra il BIM Piave di Belluno e quello di Treviso è stata già attuata una replica dell’infrastruttura del data center bellunese presso quello di Asco Tlc per assicurare la continuità di servizio in caso di guasto o incidente, l’opportunità che si presenta oggi di attivare un collegamento diretto in fibra ottica tra le due sedi appare molto importante ai fini di un miglioramento della sicurezza e delle prestazioni dei servizi del nostro Centro Servizi Territoriale”.

“Asco Tlc S.p.a., società di telecomunicazioni del Gruppo AscoHolding – ha spiegato il Presidente della società Stefano Faè – sta ampliando la propria rete in fibra ottica e valuta con vivo interesse l’opportunità di infrastrutturare l’area Bellunese. Come noto la fibra rappresenta un connettivo innovativo rispetto ad un territorio dove le realtà produttive soffrono anche del digital divide ed una rete ad altissime prestazioni è capace di rispondere a tutte le necessità aziendali in modo completo anche in prospettiva futura. Non solo fibra, in termini di connettività, dove sappiamo di essere assolutamente competitivi, ma anche servizi e contenuti ad alto valore. Il modello tecnologico che da sempre abbiamo implementato è denominato “fiber to the building”, a significare che, al contrario di tutte le altre soluzioni, il cavo in fibra ottica viene portato direttamente all’interno dell’Azienda garantendo così alta qualità, affidabilità e capacità di trasmissione elevate. Anche grazie alla fattiva collaborazione con le associazioni di categoria e con il Consorzio BIM Piave di Belluno, siamo assolutamente confidenti di poter dare il nostro contributo all’innovazione tecnologica dell’area Bellunese”.


Data ultimo aggiornamento: 04/02/2016
Via Masi Simonetti, 20 - 32100 Belluno
Codice Fiscale: 80000330250
segreteria@consorziobimpiave.bl.it PEC: segreteria@cert.consorziobimpiave.it